La nostra azienda

Bitech Software & Digital nasce nel 2020 per conferimento da Bitech Srl, attiva a Brescia da oltre 35 anni e della quale eredita quindi la struttura, le competenze ed il modello di servizio orientato alla più scrupolosa cura del Cliente.

Bitech Software & Digital ha come obiettivo principale la fornitura di servizi nel settore dell’Information Technology.

L’organizzazione aziendale opera in due aree specifiche e complementari:

  • La fornitura, installazione ed assistenza di soluzioni software gestionali per Aziende, con un portafoglio di applicazioni in grado di coprire le esigenze di ogni impresa, da 1 ad oltre 200 posti di lavoro.
  • La progettazione, fornitura e manutenzione di infrastrutture informatiche hardware, software e networking delle più diverse dimensioni e complessità.

In entrambi i settori offriamo tutti i servizi di assistenza tecnica e di consulenza specialistica, necessari a garantire continuità ed affidabilità nel tempo delle soluzioni proposte, salvaguardando l’investimento del Cliente.

Per questo abbiamo investito in risorse umane altamente specializzate ed oggi disponiamo di una struttura composta da circa 50 persone, operanti dalla nostra sede di Brescia, posizione geografica privilegiata per raggiungere l’intero Nord Italia. 

I nostri consulenti tecnici e commerciali sono certificati dai principali produttori informatici mondiali, fra cui IBMMicrosoftCiscoLenovoHP,  e frequentano con regolarità corsi di aggiornamento e specializzazione per mantenere il proprio patrimonio di conoscenze al più alto livello ed assistere il  Cliente nella scelta delle soluzioni più evolute e più consone a ciascuna realtà aziendale.

Video Gallery

Italy the Extraordinary Commonplace

Italy the Extraordinary Commonplace

Coniugare proprietà e management: la sfida per la crescita della media impresa

Coniugare proprietà e management: la sfida per la crescita della media impresa

Tenere l’azienda “sotto controllo”: la criticità del passaggio generazionale

Tenere l’azienda “sotto controllo”: la criticità del passaggio generazionale